Postura o impostura?


Postura: atteggiamento finale di un corpo in ortostatismo (in piedi), dovuto ad un equilibrio caotico.

Posturologia: Scienza Medica che studia l'atteggiamento dell'uomo (non solo in piedi) in base a riflessi neurologici, in particolare quelli spinali.

Diagnosi Clinica e Terapia sono riservate esclusivamente a Medici ed Odontoiatri.

 

La medicina "tradizionale" (MT), aveva e ha, come scopo la vita in primis e la salute nel senso stretto del termine, senza ricercarne eccessivamente la sua qualità. Si concentra sulle malattie trascurando la complessità. Attualmente è messa in discussione per le patologie dovute al modo di vivere moderno mutevole, continuo e repentino, dove, la sua applicazione viene percepita come limitata.

Un primo risultato è la nascita o la conferma di medicine definite "alternative, complementari" prima e integrate ora. Ma la medicina è la medicina, a tutto tondo!

Un secondo risultato è che le persone vagano nel "fai da te", alla ricerca (confusa e plagiabile), di altre soluzioni che non siano farmaci allopatici. Sempre più frequentemente nascono figure che utilizzano termini quali "percezione di sé","corpo-coscienza","dispercezione","mindfulness",ho'oponopono...attraverso le palestre e centri benessere, utilizzando sempre più spesso la parola chiave "posturale".

La conseguenza è che spesso risolvono i loro problemi (ben venga) ma, non sempre in via definitiva: sono soggetti a recidive (e quindi dipendenza), perchè viene risolto il sintomo ma non la causa (diagnosi).

Secondo l'approccio riduzionistico delle neuroscienze e quindi dei livelli di analisi, la posturologia va inserita nelle neuroscienze dei sistemi: studio di come i circuiti neuronali differenti analizzano le informazioni sensoriali, come formano la percezione del mondo esterno, come prendono decisioni ed eseguono movimenti.

Il paziente posturale è quell'individuo che ha male in generale e a stare in piedi in particolare e soffre, ad esempio, di lombalgie, cervicalgie, disturbi alla masticazione, articolazione temporo-mandibolare (ATM), acufeni, si affatica presto, non è concentrato e nel più delle volte è polialgico, quindi si configura come quella persona che, nonostante tutte le indagini siano negative (secondo la MT), continua ad avere dei dolori e a star male.