L’odontoiatria per la posturologia

L'odontoiatria per la posturologia

L'odontoiatria ha un ruolo privilegiato nell'ambito posturale, in quanto esiste uno stretto rapporto tra sistema stomatognatico o meglio Cranio Cervico Mandibolare e sistema si regolazione posturale.

La risposta allo stimolo dentale è normalmente immediata e se efficace si manterrà nel tempo.

 

Come si fa a sapere se il disagio o il dolore posturale è di competenza odontoiatrica?

Viene eseguita una normale visita medica che valuta:

la storia del paziente per individuare l'origine del disagio va valutata  in base alla sua disponibilità (terapia efficace) e proporre la priorità terapeutica in base a:

  1. diagnosi
  2. priorità in base alla qualità della vita (disponibilità, compliance...)
  3. competenza del terapeuta
l'apparato stomatognatico
il Sistema Posturale Statico (clinicamente e su pedana stabilometrica)
la congruità di risposta a stimoli neurologici codificati dalla scuola franco-italo-portoghese di posturologia
l'analisi fotografica in dinamica (DATONE) su Analizzatore Posturale (AP)
l'appoggio podalico su podoscopio
la stimolazione stomatognatica

Ottenuta la diagnosi, si può procedere con la Terapia odontoiatrico posturale

Si interviene sulle alterazioni posturali, sia di origine biomeccanica che di origine neurologica, per riportare l'organismo entro i limiti di una normale fisiologia in statica e dinamica tramite piccolo stimoli dentali, non visibili e non fastidiosi. Una volta ripristinata la fisiologia corretta, il paziente viene seguito passivamente (o se necesario attivamente) fino  ad un consolidato equilibrio.